giovedì 12 ottobre 2017

Recensione: LA RILEGATRICE DI STORIE PERDUTE di Cristina Caboni - review party

Quando aveva iniziato a riparare il libro di Fohr,
sapeva cosa aveva fra le mani.
Era una delle tante copie, per quanto antica,
di un libro che aveva letto più volte.
Lo aveva studiato, ne aveva discusso con i professori e i colleghi.
Era in un terreno conosciuto,
sicura di quello che avrebbe trovato e affrontato.
Era un luogo, quel libro, che conosceva bene.
Non aveva segreti per lei.
Si era sbagliata.
Il libro di Fohr custodiva al suo interno un'altra storia.
E quello metteva in discussione tutto.
"Un'altra prospettiva", pensò emozionata.


Quanto mi è piaciuto questo libro!!!
Esce oggi in tutte le librerie, grazie a Garzanti, il nuovo - strepitoso - romanzo di Cristina Caboni. Ancora una volta si conferma la scrittrice elegante, arguta, intensa e appassionante che è, con una storia che mi ha regalato grandi emozioni e che parla nel profondo a tutti coloro che amano i libri e credono nel loro potere. Presente e passato in cui si intrecciano le vite di due donne straordinarie che hanno molto in comune. Ispirato ed ispirante La rilegatrice di storie perdute è un libro che non potete assolutamente perdere! Parola di Sangueblu... 

Un giorno tutti comprenderanno
come l'unica strada che conduca alla gioia
sia l'amore, e come l'uguaglianza e il rispetto
siano indispensabili compagni di viaggio.
Ho tanta fiducia nel futuro, e nel cambiamento.
Così affido queste mie pagine al tempo.
Un giorno qualcuno le raccoglierà, e saprà.
Invierò per il mondo tre libri che le custodiscono
a cercare chi sarà capace di capire, e poi di rivelare.
La natura, l'uomo e il pensiero
guideranno i nostri passi attraverso la conoscenza
e così ciò che abbiamo fatto e sognato insieme
sarà divulgato.


opinione di Sangueblu

"E' quello che fanno i libri quando si è molto fortunati.
Loro ti scelgono."

Quanta magia, quanti consigli e quante risposte si possono trovare nei libri. Sono e saranno sempre amici fedeli, scrigni di indescrivibili tesori, compagni d'avventura e strumenti di conoscenza: non solo del mondo o dell'animo umano, ma spesso e più ancora di sè stessi.
Sofia, la protagonista, dai libri è sempre stata attratta. Una passione grande e radicata, coltivata sin da bambina anche grazie al nonno Max, docente di letteratura tedesca. Le loro pagine, l'odore, la consistenza. Quel loro speciale potere di parlarti, di consigliarti, di trovarti al momento giusto.
Ma quello che le succede un giorno nella piccola libreria antiquaria nel quartiere romano Coppedè, vicino proprio alla casa di suo nonno, ha quasi del miracoloso perchè un libro davvero speciale trova Sofia in ogni accezione possibile del termine. Anche fisica.
Infatti un antico libro di Christian Philipp Fohr , lo scrittore romantico tedesco dell'Ottocento più amato da Sofia, finisce tra le sue mani grazie ad un vecchio libraio che, mosso dalla passione e dalla personalità di Sofia, di fronte al suo entusiasmo e alla sua volontà di provare a restaurarlo nonostante le pessime condizioni, decide di regalarglielo.
E' in quel momento che si mette in moto, per Sofia ma anche per tutta un'altra serie di personaggi, una vera e propria avventura straordinaria attraverso i meandri dell'animo umano, attraverso presente e passato e attraverso alcune famose città europee.

Un viaggio alla ricerca dei tre romanzi dell'autore tedesco, rilegati in prima edizione da una donna, alla scoperta di preziosi indizi che potessero portare alla dimostrazione della teoria dell'esistenza di un romanzo inedito e misterioso scritto a quattro mani (da un uomo e da una donna) e al suo ritrovamento. 
Ma, per Sofia, anche un viaggio alla ricerca di sé stessa; della sua libertà.
Perché per troppi anni si era messa da parte. Aveva accantonato i suoi sogni, i suoi desideri, la sua vera personalità per mantenere in piedi un matrimonio che era finito ancor prima di cominciare. Ma mettere i desideri della persona amata davanti ai nostri stessi desideri non è amore. Non c'è nulla di bello nel limitarsi per compiacere qualcuno. E grazie ad una donna misteriosa, nata ben duecento anni prima eppure così simile a lei, Sofia trova la forza di dare una svolta alla sua vita: lasciare suo marito, inseguire le sue passioni (la rilegatoria) e appropriarsi di uno scopo.
Così lontana nel tempo eppure così vicina di spirito e con così tanto in comune, Clarice Marianne von Harmel diventa inconsapevolmente "la migliore amica di Sofia" e in una maniera che sarà davvero bellissima scoprire durante la lettura, anche Sofia in un certo senso lo diventa per lei perchè era proprio la persona che Clarice stava aspettando... La persona per la quale aveva rilegato quei tre libri e vi aveva nascosto la sua storia.

Durante l'operazione di restauro e rilegatura del romanzo donatole dal libraio, Sofia scopre infatti tra il piatto della copertina un foglio scritto a mano che le provoca turbamento e meraviglia  e tutta una serie di note a margine scritte a mano che assomigliavano più ad un vero e proprio discorso scritte in due calligrafie diverse, una femminile e una maschile. Ipoteticamente , e molto plausibilmente secondo Sofia, proprio di Clrice e molto probabilmente dell'autore del libro: Fohr.
L'ubicazione del messaggio in una parte specifica del libro faceva presupporre che Clarice lo aveva appositamente inserito dove potesse essere trovato da un rilegatore, un esperto di libri, qualcuno capace di raccogliere la sua eredità. Qualcuno che fosse in grado di comprenderla. 

"Un manoscritto autobiografico nascosto all'interno di un libro promette di svelare qualcosa riguardo a una verità che non deve andare perduta. Il testo è in tedesco, sia la carta sia l'inchiostro sono riferibili alla prima metà dell'Ottocento. E' verosimile che la persona che l'abbia scritto abbia anche rilegato il libro nella cui copertina era nascosta".
Clarice infatti ha imparato l'arte della rilegatoria quando era una bambina (cosa proibita e disdicevole a quell'epoca in primo luogo perchè era una donna e poi perchè di origini nobili). proprio come Sofia. Essere una rilegatrice non sarà l'unica cosa che avranno in comune. Leggendo la sua storia manoscritta scoprirà molte cose di questa donna straordinaria che così tanto aveva sofferto ma che era caratterizzata da un'indomita forza ed enorme dignità, scoprendo tanti tratti simili e imparando dal suo passato e trovando la forza per affrontare il suo presente e sperare nel futuro.
Perciò questa scoperta non solo avrà il sapore della "rivelazione" ma sarà la certezza che da quel momento in poi nella sua vita qualcosa era cambiato. Quella lettera, che una donna aveva scritto utilizzando il libro come una bottiglia lanciata nel mare del tempo...

I libri possiedono un grande potere.
Accendono ciò che hai dentro,
sono come scintille.
Agiscono su quello che già esiste,
permettendogli di crescere e svilupparsi.

Man mano che Sofia si addentrerà in questo manoscritto e in questa ricerca vedrà Clarice per davvero. Da una vaga immagine nella sua mente  la sua figura diventerà sempre più reale, più tangibile... come se le parole da lei vergate con eleganza si sollevassero dalla pagina a definirne il viso e la figura; quello di una donna attraente, forte, capace di affrontare le difficoltà e a superarle. Aveva vissuto grandi dolori ed era stata capace di sopravvivere e aveva imparato un'arte. Portare avanti la ricerca e scoprire quello che aveva da dire era diventata una vera missione per Sofia; un impegno morale.

Ad aiutarla - e a contribuire a sconvolgere e a modificare in meglio la sua vita - un altro straordinario personaggi: Tomaso Leoni.
Anche con lui tante cose in comune: come la predilezione per Fohr, la passione per i libri antichi, un passato malinconico e sofferto. Con lui non solo condividerà questa eccitante avventura ma riuscirà ad abbattere le sue barriere e conoscere il vero volto dell'amore. 

Bello, meraviglioso... appassionante tanto da farmi fare le ore piccole pur di arrivare alla fine e raccogliere insieme a Sofia e Nicolò i vari indizi... libro dopo libro.
Assolutamente consigliato! 

Voto: 5 stelline

l'Autrice

Cristina Caboni vive in provincia di Cagliari con suo marito e i loro tre figli. Oltre a dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, lavora per l'azienda apistica di famiglia, occupandosi principalmente della cura delle api regine. Un'altra sua grande passione sono le rose, delle quali coltiva una grande varietà di specie.
Il terzo romanzo dell'autrice, Il Giardino dei Fiori Segreti è uscito il 20 Ottobre 2016 per Garzanti e è stato tradotto in tedesco(Blanvalet) e in olandese(Xander); uscirà anche in russo(Ast), albanese(Dituria), francese(Presses de la Citè) e serbo(Laguna).
Il suo romanzo La Custode del Miele e delle Api è uscito il 17 Settembre 2015 per Garzanti ed è stato pubblicato nel corso del 2017 in Spagna (Ediciones Maeva), Germania (Blanvalet), Olanda (Xander) e Albania (Dituria).

Il Sentiero dei Profumi, il suo primo romanzo è uscito per Garzanti nel Maggio 2014, scalando le classifiche italiane ed affermandosi come uno degli esordi più importanti dell'anno. Inoltre verrà pubblicato in Germania (Blanvalet), Spagna (Ediciones Maeva), Francia (Presses de la Cite), Regno Unito (Transworld), Lituania (Alma Littera), Olanda (Xander), Ungheria (Park Kiado), Turchia (Dogan Egmont), Slovacchia (Fortuna Libri), Romania (Nemira),
Albania (Dituria), Serbia (Laguna), Grecia (Psicoghios), Portogallo (Suma/Penguin Random House), Polonia (Sonia Draga), Bulgaria (Bard), Svezia (Massolit), Brasil (Editora Objetiva), Catalogna (Edicions 62 Planeta), Slovenia (Mladinska Knijga), Russia (Ast), Israele (Keter Books), Croazia (Fokus), USA (Berkley) e Lettonia (Zvaigzne).

Le opere

Il sentiero dei profumi
La custode del miele e delle api
Il giardino dei fiori segreti


Il libro

editore: Garzanti
genere. narrativa
pagine: 296
prezzo: 17.60
Rilegato
eBook: 9.99 euro

Trama


La copertina finemente lavorata avvolge le pagine ingiallite dal tempo. Con gesti delicati ed esperti Sofia sfiora la pelle e la carta per restaurare il libro e riportarlo al suo antico splendore. La legatoria è la sua passione. Solo così riesce a non pensare alla sua vita che le sta scivolando di mano giorno dopo giorno. Quando arriva il momento di lavorare sulle controguardie, il respiro di Sofia si ferma: al loro interno nascondono una sorpresa. Nascondono una pagina scritta a mano: è la storia di una donna, Clarice, appassionata di arte e di libri. Un'abile rilegatrice vissuta nel primo Ottocento, quando alle donne era proibito esercitare quella professione. Una donna che ha lottato per la sua indipendenza. Alla luce fioca di una candela ha affidato a quel libro un messaggio lanciato nel mare del tempo, e una sfida che può condurre a uno straordinario ritrovamento chi la raccoglierà. Sofia non può credere al tesoro che ha tra le mani. Quella donna sembra parlare al suo cuore, ai suoi desideri traditi. È decisa a scoprire chi sia, e quale sia il suo segreto. Ad aiutarla a far luce su questo mistero sarà Tomaso Leoni, un famoso cacciatore di libri antichi ed esperto di grafologia. Insieme seguono gli indizi che trovano pagina dopo pagina, riga dopo riga, città dopo città. Sono i libri a sceglierci, e quel libro ha scelto Sofia. Dopo più di duecento anni, solo lei può ridare voce a Clarice. E solo la storia di Clarice può ridare a Sofia la speranza che aveva perduto. Perché la strada per la libertà di una donna è piena di ostacoli, ma non bisogna mai smettere di mirare all'orizzonte.

lunedì 2 ottobre 2017

Recensione: SENZA FILTRI di Lily Collins - review party


"Tutte le nostre storie valgono qualcosa.
Sono la prova che raccontare le nostre storie è la chiave.
Non importa da dove veniamo,
che aspetto o quanti anni abbiamo,
o chi amiamo: meritiamo tutti di parlare
ed entrare in contatto con gli altri.
Meritiamo tutti di sentirci parte di qualcosa di più grande.
Perchè lo siamo."

Un'autobiografia che ha più il sapore di "sfogo" costruttivo , dialogo e condivisione con i giovanissimi, per cercare di essere di utile trasmettendo una personale riflessione che possa essere se non un vero e proprio esempio, senza dubbio un valido aiuto per tutti coloro che hanno vissuto o stanno vivendo problemi simili. 
Lily Collins, celebre attrice e modella figlia d'arte, apre una finestra su se stessa per mostrarsi senza filtri, strato dopo strato, raccontando con semplicità e dolcezza i propri problemi e le proprie esperienze che, se pur uniche e personali, non sono poi così lontane da argomenti che possono riguardare tutti: amore, famiglia, amicizia e rapporto con la propria immagine ed il proprio corpo, sogni, desideri e paure. Ne viene fuori una ragazza pulita, forte - nonostante le sue debolezze - determinata e positiva che ha imparato ad accettarsi e che è stato un piacere conoscere in queste veloci ore di lettura.





opinione di Sangueblu

Non ero mai stata così schietta e onesta.
Non avevo mai velato così tante parti di me.
Ma sapevo che, se fossi riuscita a confidarmi,
non solo avrei aiutato gli altri a fare lo stesso,
ne sarei uscita più forte io.
Ed era vero: più scrivevo e mi toglievo macigni dal petto,
più mi aprivo alle persone in ogni ambito della mia vita.


La vita di tutti noi è in continua evoluzione (soprattutto nel periodo che va dall'infanzia all'età adulta), fatta di continue esperienze; di alti e bassi, luce e buio. E' come un libro tutto nostro con nuovi capitoli che si aggiungono, anche quando meno ce lo aspettiamo.
Lily Collins, ha provato a mettere nero su bianco la sua vita, proprio in un libro vero, in cui si racconta senza filtri, senza tabù e dimostrandosi, nonostante la giovane età e gli errori commessi, sorprendentemente matura e profonda. Una "maturità" e una consapevolezza raggiunte non senza dolore e sacrificio, ed ora saldamente conquistate e orgogliosamente custodite, adesso condivise con i giovani lettori che si accosteranno a questa biografia, indubbiamente incuriosita dalla popolarità di cui gode questa giovane artista.
Figlia del cantante Phil e della sua seconda moglie Jill Tavelman; ha iniziato a recitare nella fortunata serie della BBC Growing Pains, ma il successo vero per lei è arrivato interpretando Clary Frey in Shadowhunters, tratto dai romanzi di Cassandra Clare e poi con il ruolo di protagonista in Scrivimi ancora, Biancaneve e del recente film uscito su Netflix Fino all'osso. È il volto di Lancôme, e ha 4,5 milioni di follower su Instagram da ogni parte del mondo.

Una vita "dorata" agli occhi della massa ma che, come quasi sempre accade, cela molto di più... un passato di sofferenza, lotte interiori, ossessioni, dipendenza.

Anche se non sono state alcool e droghe a far cadere Lily nel baratro un'altra forma di "dipendenza" molto più subdola ma altrettanto pericolosa è stata per molto tempo al centro della sua vita: l'ossessione per il cibo e per l'aspetto del suo corpo. Avrete senz'altro capito che Lily ha avuto un grave disturbo alimentare. Costantemente preoccupata riguardo a tutto ciò che ingeriva (o per meglio dire che non ingeriva pur di tenere sotto controllo il suo peso e la sua magrezza) è passata da fasi anoressiche a fasi bulimiche che rientravano nel quadro della sua costante insicurezza.
E' abbastanza centrale nel romanzo autobiografico il tema dell'accettazione di sè.
Tutto il processo di passaggio attraverso riflessione, esperienza personale e validi consigli di persone positive intorno (come la sua mamma) verso la piena accettazione di sè stessi quasi in una sorta di "corteggiamento" che porta finalmente all'amore di tutto quello che siamo; alla piena accettazione di quelli che probabilmente solo noi vediamo come difetti, capendo che proprio le nostre diversità sono quelle cose che ci rendono belli. 

Non aspettatevi un libro pieno di gossip, dove si possano sbirciare dettagli piccanti o dove si possano scoprire chissà quali segreti. Qui c'è solo la storia personale ed interiore di una ragazza che ha riflettuto su aspetti importanti della sua vita, mettendo al microscopio aspetti positivi e negativi, pregi e difetti, luci ed ombre cercando di dare un valore alle cose buone per continuare a coltivarle e trarre insegnamenti da quelle negative per cercare di non viverle mai più, rendendosi utile anche a chi, come lei, è passato o sta passando attraverso le stesse problematiche.
Un libro pieno di buoni consigli, semmai questo e non pieno di gossip!!
(Sinceramente non ho trovato acredine o riferimenti troppo espliciti od offensivi ai suoi noti ex-fidanzati. Non ha detto certamente niente di più di quello che è noto a tutti, anche a chi come me è praticamente fuori dal giro gossip e "teen-news"!) 
Di consigli ne potrete trovare davvero tanti, senza quell'aria fastidiosa di chi si vuole mettere in cattedra ammantato di chissà quale saggezza; ma con quella confidenza semplice e diretta di una ragazza che dentro ha un raggio di sole, e ha la voglia e il piacere di condividere col mondo.
Probabilmente sono la scoperta dell'acqua calda ma ho apprezzato tantissimo le frasi scelte ad aprire e a concludere ciascun capitolo: una sorta di "promemoria in pillole" che, a mio parere, se ci ricordassimo di metterle quotidianamente in pratica, sarebbero una buona medicina per vivere meglio!

"I maggiori trionfi della nostra vita non arrivano 
senza sperimentare gli alti e anche i bassi."

Non tutto il male viene per nuocere insomma... Bisognerebbe accettare la situazione presente per quella che è e pensare ad un modo per trasformare quell'adesso no in un futuro sì. Forse occorre solo che qualche piccola cosa vada prima a posto. Bisogna mantenere un atteggiamento positivo!

"Nessuna relazione è più importante di quella che ho con me stessa.
Devo solo fidarmi del mio intuito, seguire il mio istinto e,
quando qualcuno mi mostra chi è, credergli."

Non dobbiamo cambiare per qualcun altro; non dobbiamo avere paura di perderlo e fare di tutto per farci accettare, o peggio ancora ostinarci a vedere in lui qualcosa che non c'è. 

Non dobbiamo perdere mai la voglia di comunicare con gli altri, confrontarci anche con degli estranei. Comunicando, parlando apertamente, possiamo stabilire dei punti di contatto ed una confidenza che potrà essere molto salutare se avremo l'occasione di condividere esperienze simili. 
Se condivideremo i nostri problemi non ci sentiremo più soli.



Il Libro

editore: Fabbri
pagine: 240
prezzo: 15.90 euro
Rilegato
eBook: 7.99 euro

Trama

Ogni ragazza, prima o poi, si trova davanti a delle sfide importanti: accettare il proprio corpo, affrontare relazioni difficili, superare paure che sembrano insormontabili. Ed è successo anche a Lily. Lily sa che cosa vuol dire vivere per metà nella luce e per metà nel buio. Anche lei sa cosa vuol dire lottare per salvarsi. Significa guardarsi allo specchio e amarsi, accettare di essere strane e vulnerabili, ma proprio per questo meravigliose. E spesso, per riuscire a fare quel piccolo grande passo, basta qualcuno che ti prenda la mano e che ti dica che non sei solo.

giovedì 28 settembre 2017

Review Party: TI AMO GIÀ DA UN PO' di Tania Paxia


Con grande piacere oggi il blog partecipa al review party per l'uscita di Ti Amo Già da un po' di Tania Paxia che esce oggi per Newton Compton. Una commedia romantica dolce come la cioccolata calda che tanto piace alla protagonista. Un romanzo divertente e spensierato ambientato in una cornice Natalizia che farà sognare le lettrici più romantiche.  I due protagonisti non sono più i ragazzini che abbiamo conosciuto con il prequel Ti amo ma non lo sai (rec qui), ma due giovani adulti con la vita incasinata che si ritrovano dopo molti anni di lontananza e scoprono che la loro amicizia è ancora viva.

Opinione di Blacksophia

Sono passati otto anni da quando May e Harper si sono allontanati, in università diverse e lontane, ognuno per la sua strada. Nessuna telefonata, nessun incontro la loro amicizia è finita senza una spiegazione, nessuno dei due ha fatto il primo passo per riavvicinarsi.  La voce narrante è Maybelle, che adesso ha venticinque anni è diventata  avvocato  e vive a New York con il suo fidanzato Luke Davis, avvocato anche lui. May lavora nello studio del padre di Luke e dopo un  brutto litigio con quest’ultimo per divergenze sul lavoro decide di lasciare lavoro e fidanzato e tornare a Keene dai suoi genitori. May non ha le idee molto chiare sul suo futuro ma capisce di essere stanca di quella vita, della sua relazione diventata monotona e piatta come l’appartamento completamente bianco che condivideva con Luke e sopratutto è stanca dell’ ingombrante famiglia Davis.
Con la scusa delle vacanze Natalizie May si presenta dai suoi, senza confessare loro di aver perso il lavoro e rotto il suo fidanzamento, perché ha bisogno di tranquillità per ritrovare se stessa e capire cosa fare della sua vita. Qui, dopo anni di silenzio, May si imbatte in  Peter Harper, ma quello che una volta era il suo migliore amico adesso sembra evitarla ad ogni costo. May però non si arrende vuole sapere cos'è successo fra loro, perché all'improvviso da amici per la pelle sono diventati due estranei. Dopo un iniziale imbarazzo però il loro rapporto riprenderà lentamente forma e così fra una cioccolata e l’altra l’amicizia che c'era riemerge a poco a poco,  nonostante gli anni passati lontani il loro affiatamento è ancora vivo. Harper è molto cambiato fisicamente, è più sicuro di sé, più maturo ma  ha ancora il vizio di tenere nascosto ciò che provava, e che probabilmente prova ancora, per May. Quello che l’aveva frenato otto anni prima, la paura di un rifiuto, continua a frenarlo ancora oggi ma forse ora May è più attenta e finalmente riuscirà a vedere e capire quali sentimenti la legano a Peter e a convincerlo che valga la pena rischiare e andare oltre l'amicizia. 

L’essenziale è invisibile agli occhi. Me lo ero ripetuto chissà quante volte e poi alla fine mi ero lasciata sfuggire proprio la cosa più importante di tutte.   

May oltre a Peter ritrova anche la signora Pierce, l’anziana proprietaria della libreria in cui lavorava ai tempi del liceo e moglie del defunto detective privato a cui ogni tanto dava una mano nelle indagini. La signora Pierce è un personaggio molto importante per May, la aiuterà a trovare la sua strada suggerendogliela in modo più o meno esplicito. Cioccolata calda e atmosfera natalizia fanno da cornice ai passaggi più romantici del romanzo rendendoli momenti ancora più belli e intensi. Una delle cose che mi è più piaciuta del romanzo è la scoperta lenta e inaspettata di ciò che May realmente prova per Harper, la sua incredulità nei confronti delle emozioni che prova.

Non mi era sembrato molto convinto di volermi baciare, quindi con ogni probabilità non aveva avvertito le mie stesse sensazioni. Ma quali sensazioni? Forse mi ero sbagliata e mi ero lasciata andare un po’ troppo. Harper era solo il mio migliore amico, no? “E allora perché non smetto di pensare a lui?”, mi domandai. Decisi di schiarirmi le idee con una bella doccia rilassante, ma non feci grandi progressi. Harper ormai si era insinuato nei miei pensieri e sperai che rimanesse lì dov’era, perché mi faceva stare bene. Anche se dovevo ammettere che era strano, ma non strano nel senso di assurdo. Strano come sorprendente, ecco. E allora mi vennero in mente le parole della signora Pierce: “Lasciati sorprendere”. Sì, diciamo che Harper, quella notte, era riuscito decisamente a sorprendermi.

Un altro aspetto che ho molto apprezzato del libro, è l'ambientazione in una piccola cittadina come Keene, resa ancora più intima e accogliente dall'atmosfera natalizia. Keene mi è sembrato un posto accogliente con abitanti un po' ficcanaso ma anche pronti ad aiutarsi e a socializzare, lontano dall'indifferenza e la freddezza delle grandi città. Dove se non in un luogo così familiare la nostra Maybelle poteva ritrovare se stessa e diventare la donna che desiderava essere prima del college? 
May a Keene ha la conferma di come la sua vita corresse su binari sbagliati. Apparentemente una vita appagante con un bel fidanzato ricco e una promettente carriera di avvocato davanti, ma anche una vita grigia, monocromatica come l'appartamento in cui viveva. Ora di nuovo nel suo ambiente, vicino alle persone che le vogliono bene e sopratutto vicino a Peter, May ritrova il colore e la brillantezza che aveva perduto e torna ad essere la Trilli di un tempo.
Un romanzo scorrevole che parla di amore e amicizia, di come un sentimento si può trasformare in qualcosa di diverso e inaspettato ma anche di come a volte nella vita si debba trovare il coraggio di cambiare strada per essere più fedeli a se stessi e trovare la felicità. Un libro scorrevole che fa sorridere e scalda il cuore, unico difetto, mette una gran voglia di bersi litri di cioccolata calda! 
Il mio voto: 3 stelline e mezzo 
  
L'autrice
Tania Paxia vive in provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza di Pisa, ma la sua grande passione è scrivere. La Newton Compton ha pubblicato Le strane logiche dell’amore, un grande successo sul web.

Il libro
Editore: Newton Compton
Genere: New adult
Data pubblicazione: 28 settembre 2017
Pagine:288
Prezzo cartaceo:7,90€
Prezzo ebook: 0,99€

Trama
Manca una settimana a Natale. Maybelle e Luke, entrambi avvocati, sono nel loro appartamento e stanno discutendo animatamente per via di un caso che May non ha voluto accettare e che il padre di Luke, capo del prestigioso studio di avvocati di New York Davis & Associates, le ha ordinato di prendere in carico. May è determinata a non cedere, Luke è irremovibile sulla posizione della famiglia. I toni si alzano e il confronto diventa un litigio vero e proprio. May, delusa dall’atteggiamento del fidanzato, se ne va sbattendo la porta. Partirà alla volta del New Hampshire: trascorrerà le festività nella casa di famiglia con i genitori e cercherà di schiarirsi le idee. La cittadina di Keene non le è mai sembrata così bella, e anche se ha un macigno sul cuore, May non può fare a meno di sentirsi davvero a casa, in mezzo alla neve, a romantiche decorazioni, cioccolate calde col cuore di gelato, e soprattutto non immaginava che avrebbe incontrato di nuovo Peter, il suo amico di un tempo che forse non ha mai davvero capito… 


mercoledì 27 settembre 2017

Blogtour: CUORE OSCURO di Naomi Novik tappa#3 I Personaggi


 
Buongiorno cari lettori oggi il blog ospita la terza tappa del blogtour dedicato all'attesissimo libro di Naomi Novak, Cuore Oscuro uscito il 26 settembre per Mondadori,  vincitore di diversi premi fra cui nel 2015 il Nebula Award e
nel 2016, il British Fantasy Society Award. Oggi noi vi presenteremo i personaggio che fanno parte di questo racconto fantastico dalla trama originale e articolata. 

Editore: Mondadori Chrysalide
Genere: Fantasy
Data pubblicazione: 26 settembre 2017
Pagine: 432
Prezzo cartaceo:16,58€
Prezzo ebook: 7,99€

Trama: Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l’intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest’ultimo sembra l’unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l’uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l’avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle “candidate” nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.

In Cuore oscuro, Naomi Novik tesse una storia ricca di colpi di scena, che affonda le radici nella mitologia e nelle leggende dell’Europa orientale e trae forza da una protagonista potente e per niente convenzionale. Un fantasy originale e sapientemente scritto che avvince fino all’ultima pagina.


Personaggi 

Drago (Sarkan): Stregone che con la magia protegge dal Bosco  tutta la valle in cui si trova il villaggio di Dvernik . Vive solo in una torre in cui ogni dieci anni porta una ragazza del villaggio di diciassette anni  come tributo per la protezione che fornisce agli abitanti della valle. Le ragazze vengono rilasciate dopo dieci anni completamente cambiate, senza segni di sofferenza o violenza, per questo Drago non viene considerato crudele anche se tutti lo temono e lo rispettano. Nessuno parla a lungo con lui, nessuno lo conosce veramente perché non ama parlare con gli abitanti della valle, è distante da tutti, vive isolato nella sua torre dedito al suo compito di contenere il bosco. Ha più di cento anni ma ha l'aspetto di un ventenne, anche se ad osservarlo bene il suo aspetto ha qualcosa di innaturale, bello ma di una bellezza sgradevole, con i suoi occhi neri e lo sguardo freddo, magro e sempre ben vestito. Sarkan è molto posato e controllato, preciso anche nella magia, per questo trovarsi a contatto con una furia della natura come Agnieszka lo destabilizza e lo irrita oltremodo. 

Agnieszka: è una ragazza di diciassette anni che ama stare all'aria aperta a contatto con la natura. Magra e alta è poco aggraziata, i suoi lunghi capelli castani sono sempre arruffati e i suoi abiti sono spesso strappati e macchiati perché lei tende a restare impigliata ovunque e a sporcarsi con il fango e con il cibo. Ama scorrazzare per i boschi, arrampicarsi sugli alberi e passare fra i rovi, tutto il contrario di una giovane ben educata. Non si è mai sentita lei quella speciale ma presto le sue doti nascoste verranno alla luce rivelando un grande potere difficile da capire e gestire. Agnieszka è una ragazza molto determinata e testarda, poco incline ad ascoltare gli insegnamenti degli altri, molto istintiva. Lei non si sforza molto di cambiare per compiacere gli altri, è se stessa fino infondo anche a costo di risultare sgradevole. Anche la sua magia è caotica come lei, la precisione degli incantesimi di Sarkan non fa per lei che è tutto istinto e improvvisazione.
Capirà da sola qual è la sua strada per la magia e come gestirla per aiutare la sua gente. 

Kasia: Bella, gentile e talentuosa, lei è la migliore amica di Agneszka, quella destinata ad essere scelta da Drago perché la più speciale. Con i capelli biondo grano, sempre ben pettinati, occhi di un castano intenso e un sorriso bello e solare, Kasia sembra un personaggio uscito da una favola. Brava e preparata in tutto, coraggiosa perché educata ad esserlo da una madre che si è rassegnata all'idea che un giorno Drago l'avrebbe scelta per andare alla torre. Tutti sono convinti che sarà lei la prossima a dover lasciare la famiglia e gli amici  per vivere dieci anni insieme allo stregone, anche lei stessa è pronta a quel destino ormai scritto. Il futuro riserverà non poche sorprese a Kasia che però mostrerà il suo coraggio e la sua forza.


Marek:  Il secondogenito dei figli del re della Polnya, quello più famoso per le sue gesta eroiche durante le battaglie, famoso fra i popoli per aver ucciso l'idra Vandalus. Alto e robusto con i capelli biondi, bello come un ritratto e arrogante, un eroe impavido con un unico grande desiderio, quello di poter un giorno liberare la madre prigioniera del bosco da quando lui era solo un bambino.  Per questa impresa quasi impossibile è disposto a sacrificare la sua vita e quella dei suoi soldati. Ambizioso e guerriero non sembra avere a cuore l'interesse del suo popolo ma solo i suoi bisogni personali e la sete di potere. Difronte alla madre però mostra il suo lato più debole, come fosse ancora un bambino trascinato da un amore cieco.

Falco(Solya):  Un altro stregone come Drago, che serve il re a corte, molto vicino al principe Marek lo sostiene e lo consiglia. Un personaggio ambiguo che per compiacere il principe commette diversi errori di valutazione lasciandosi trascinare in una battaglia sbagliata nella speranza di vedere un giorno Marek sul trono con lui a suo fianco. Molto potente come mago la sua principale dote è la vista. Alto e imponente vestito sempre in modo molto teatrale con i capelli color lana di pecora lavata ma con le radici nere. Grazie al suo potere niente può sfuggire alla sua vista, 
Alosha(Spada):  Altra strega di corte, specializzata nel creare spade magiche. Diffidente con tutto ciò che è venuto a contatto con il bosco e inizialmente anche nei confronti di Agneszka. Alta e imponete, la sua  pelle ha il colore dell’ebano, le spalle larghe come quelle di un uomo e le treccine in testa a filo del cuoio capelluto. Vestita come un uomo con pantaloni infilati dentro alti stivali e, sopra, un cappotto in pelle, ha l'aria vissuta e trasuda grinta e saggezza, una vera guerriera.
Regina Hanna: è la regina perduta della Polnya. E' la madre di Marek, rapita dal bosco quando lui era piccolo. Dopo aver passato vent'anni prigioniera del bosco della donna che era un tempo è rimasto ben poco, svuotata del suo essere ma priva dei segni del contagio. E'come un sacco vuoto, un corpo che ha mantenuto la bellezza esteriore ma privato della sua anima. 

Il Bosco: Il bosco non è solo un luogo ma è un personaggio che prende lentamente forma durante la lettura, è il fulcro del libro, tutto ruota intorno al bosco e ai suoi misteri. Un'antica e oscura foresta fra la Polnya e la Rosya che nasconde strane presenze, mostri e creature malvagie. Nessuno è mai uscito indenne una volta entrato in contatto con le creature mostruose che lo popolano. Il bosco cerca di espandersi, inglobando i villaggi che vivono ai suoi margini attraverso enormi alberi fulcro, corrotti da qualcosa di malefico, che espandono le loro radici per allargare i confini del bosco. Chi sopravvive al contatto con il bosco resta contagiato dal suo potere diventando a sua volta un essere malefico. Il bosco corrompe tutto ciò che tocca. Fra le strane creature del bosco ci sono i camminatori dalla strana testa a stecco e occhi come nodi di legno, incavi neri e rotondi che si nutrono dei frutti degli alberi fulcro e rapiscono coloro che si avvicinano troppo al bosco. Il potere del bosco sa pensare e programmare, lavora in silenzio per raggiungere il proprio fine che è quello di divorare tutti villaggi e le città della Polnya e della Rosya.


«Il potere del Bosco non è una

specie di bestia che odia ciecamente; sa pensare e programma-

re, lavorando per i propri fini. Riesce a guardare dentro il cuo-

re degli uomini, una via perfetta per avvelenarli.» 


L'Autrice

Naomi Novik è nata a New York ma è cresciuta ascoltando le storie della tradizione polacca, di Baba Yaga e Tolkien. Vive a New York con il marito e la figlia. Con questo romanzo si è aggiudicata diversi premi, tra cui, nel 2016, il British Fantasy Society Award.


Non perdete le prossime tappe del blogtour: 


lunedì 18 settembre 2017

Recensione: LOVER BOY di Samantha Towle - Review party


"Non ho paura di niente - tantomeno di te."
Mi lascio scappare un sorriso,
anche se sorridere è l'ultima cosa
che ho voglia di fare in questo momento.
"sì, invece. Ma non devi avere paura.
Te lo dimostrerò. Puoi continuare a scappare,
ma ti raggiungerò presto.
Non mollerò, Lyla."

Nuovo entusiasmante capitolo della Serie The Storm di Samantha Towle: stavolta si parla di Tom, il supersexy bassista dei Mighty Storm e di una giovane cantante in erba, la vulcanica Lily. Una storia d'amore un po' insolita e carica di passione che tiene incollate alle pagine e che ci trascinerà ancora una volta nel mondo della musica, dei concerti e di una tournè on bus dai risvolti inaspettati, soprattutto per i due protagonisti. Siete pronte a seguirli? Sono certa che, ancora una volta, non ve ne pentirete! 


opinione di Sangueblu

Davvero, non fate domande.
Non so come abbiamo fatto.
Quell'uomo sarebbe capace di togliermi le mutandine anche 
durante una cena con la mia famiglia.
Non so dirgli di no.
Non voglio dirgli di no.
Mi piace come mi fa sentire, e mi spaventa quanto mi piace.
Ma la cosa che mi spaventa di più è quando entra nel mio letto
di notte mentre tutti dormono,
e facciamo del sesso lento, profondo...
e, a mia impressione, carico di significato.
Se non fossi sicura del contrario 
- quelle volte, nel cuore della notte,
con i nostri corpi stretti uno all'altro -
potrei quasi credere che facciamo l'amore.
Ma non posso pensarlo,
perché in questo modo finirei soltanto per farmi del male.

Non è una novità che quando si tratta di romanzi d'amore, a sfondo musicale, mi ci immergo sempre volentieri... specialmente quando sono ad alto contenuto "rock", come nel caso della Serie Storm di Samantha Towle che, anche dopo la lettura di questo nuovo volume, in uscita oggi per Newton Compton, la consacrano ad una delle mie serie preferite di genere. 
Ancora una volta l'autrice con una grande carica e nel suo consueto stile diretto e scorrevole ci confeziona una storia ad alto tasso di sensualità e musica; facendoci vivere in un modo tutto suo ma senz'altro efficace, alcuni aspetti della vita da rock star.

Lyla, cantante del gruppo Vintage, odia gli uomini (a parte i tre componenti della sua band) e dopo le innumerevoli delusioni d'amore e le grandi sofferenze provate con ciascuno dei suoi precedenti ragazzi rifugge qualsiasi tipo di storia e di coinvolgimento con qualsiasi esemplare di sesso maschile. Dopo l'ultima scottatura, o per meglio dire ustione, presa dopo aver scoperto il tradimento dell'ultimo fidanzato con suo fratello Dex, meglio soddisfarsi autonomamente e concentrarsi sulla sua più grande passione: la musica. Se da una parte la sua vita amorosa va a rotoli infatti, quella professionale sta attraversando una fase cruciale e assai positiva: finalmente il contratto con la prestigiosa casa discografica di Jake Wathers: nientemeno che il frontman della band più amata e seguita al mondo!
Finalmente l'occasione per lei e per il suo gruppo di lasciarsi il passato alle spalle e raggiungere importanti obbiettivi e, soprattutto, andare in tour per gli Stati Uniti.

Ad accompagnare lei e la band tappa dopo tappa, per una serie di eventi, ci sarà niente meno che Tom Carter, bassista super famoso e super sexy dei Mighty Storm: idolo dei tre elementi maschili dei Vintage che già sognano di seguire le sue orme eleggendolo a vero e proprio guru personale, ma antitesi e nemesi di Lyla, che aveva già avuto modo, nel corso dei loro precedenti incontri, di declinare le sue avances... Nonostante il suo indiscusso fascino, niente avrebbe potuto far cambiare idea Lyla, determinata a rimanere nella sua "solitudine" e non lasciarsi sedurre da un (testuale) "puttaniere della peggior specie". (Quello che nessuno sa, tantomeno Lyla, è che Tom ha da poco fatto un fioretto: un patto con i Piani Alti per cercare di salvare Tru e la felicità del suo migliore amico Jake, giurando al Cielo di cambiare stile di vita e di mettere in stand by il puttaniere che è in lui). Ma, come si sa, tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare e convivere fianco a fianco, ventiquattrore su ventiquattro, su un tour bus con un tipo come Tom Carter farebbe cambiare prospettiva a chiunque e per Layla non sarà facile restare ferma sui suoi propositi....

Tom entra nella sua vita come un barile che rotola, buttando giù ogni barriera difensiva che si era costruita, riuscendo a farle tirare fuori lati insospettabili di sè... Facendola vivere, vibrare, amare...
Ma anche per Tom Layla è uno tzunami!
Riesce a farlo diventare l'uomo che non avrebbe mai pensato di diventare; che per paura non avrebbe mai voluto diventare; a fargli provare sentimenti di cui non si sentiva capace. Tra scaramucce, battute e giochetti, per loro sarà impossibile soffocare la passione e l'attrazione che li lega ed entrambi dovranno fare i conti con la loro natura, con aspetti di sè che impareranno a conoscere l'uno grazie all'altra e decideranno di comune accordo, anche se finiranno in un "gioco" più grande di loro e che avevano la presunzione di poter gestire, di essere "scopamici" per tutta la durata del tour.
Tra scene bollenti nei posti più improbabili, tra baci indimenticabili e scene che (oltre a farvi un po' arrabbiare) vi strapperanno qualche risata, vivrete con un'immedesimazione assoluta, una storia d'amore fantastica, che vi mancherà a fine lettura.

Quando mi accorgo di come mi sta guardando,
provo qualcosa che non ho mai provato prima.
Non mi sta guardando come mi hanno sempre guardato le altre donne,
consapevoli del fatto che presto me le scoperò.
Quando una donna fa sesso con me,
fa sesso con tutta la band, con il mio nome,
con la mia notorietà.
Scopando me può dire che ha fatto sesso con Tom Carter dei TMS.
Non che io non usi le donne a mia volta.
Ma Lyla non mi guarda in quel modo.
L'unica cosa che vedo nei suoi occhi sono... io.
Mi guarda come una persona -
per quello che conto per lei.
Come qualcosa di vero.

E' davvero un dispiacere che questo sia il volume conclusivo di questa serie, novella a parte... E chissà che l'autrice non ci ripensi e metta ancora mano a questa avventura per raccontarci qualcosa in più sui tanti personaggi che abbiamo imparato a conoscere e ad amare già nel primo volume.

PS: il romanzo è disseminato di titoli di canzoni meravigliose che potrebbero essere la vostra nuova playlist preferita... Io vi lascio con questa, di Bruno Mars e vi auguro una buona lettura, perchè non potete proprio farvela sfuggire! :-)



Voto: Quattro stelle e mezzo


La Serie "The Storm"

1 - Bad Boy
2 - Wild Boy
3 - Lover Boy
3,5 - The Storm  ( novella )

L'Autrice


Ha iniziato a scrivere mentre aspettava il primo figlio. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo d’esordio Nonostante tutto ti amo ancora e la serie bestseller The Storm, con The Bad Boy, The Wild Boy e Lover Boy. Vive con il marito e i figli nell’East Yorkshire. Per saperne di più: www.samanthatowle.co.uk


Il Libro

editore: Newton Compton
genere: New Adult
pagine: 324
prezzo: 9.90 euro
Rilegato
eBook: 5,99 euro

Trama

Lyla Summers odia gli uomini. Ok, forse odio è una parola forte, diciamo che se può evitarli è più contenta. Suo padre l'ha ignorata per tutta la vita. Suo fratello l'ha tradita nel peggiore dei modi. E la sua esperienza con gli altri uomini che ha incontrato non è stata migliore. Lyla si sta concentrando solo sulla sua band, i Vintage, e quando riceve un'offerta per firmare con una major sembra che le cose stiano finalmente andando per il verso giusto. L'ultima cosa che le serve è un uomo fra i piedi. Tom Carter ama le donne. Ok, forse la parola amore è eccessiva, diciamo che gli piace mettersi nei guai con un sacco di ragazze. Ma quando una tragedia si abbatte sulla vita del suo migliore amico, Tom si ritrova a fare una promessa al tizio che abita ai piani alti: se la fidanzata del suo amico sopravviverà, lui cambierà radicalmente il suo atteggiamento nei confronti delle donne. La preghiera di Tom viene accolta e così lui dovrà mantenere la parola data. Il che vuol dire darci un taglio con storielle da una notte e via. Nel frattempo il manager dei Vintage si rompe una gamba sciando, e Tom viene spedito in tour a rimpiazzarlo. E così Lyla si ritrova a dover lavorare con il ragazzo che ha la peggiore fama nel mondo del rock. Come potranno convivere un dongiovanni sempre in cerca di nuove avventure e una ragazza che non fa nulla per nascondere il proprio totale disinteresse per il genere maschile? Nubi nere all'orizzonte minacciano tempesta, ma non è detto che le previsioni vengano sempre rispettate...

venerdì 15 settembre 2017

Recensione: DOPO TUTTO È PIÙ DOLCE di Camilla dell'Orto Necchi


“Okay, baby! Stay beautiful”


Buona serata cari lettori, oggi  vi parliamo del libro  Dopo tutto è più dolce di Camilla dell'Orto Necchi, edito da Piemme.  Vi proponiamo questo libro uscito lo scorso aprile per raccontarvi dell'incontro, con  una delle autrici, che si è tenuto Firenze Mercoledì scorso alla libreria Feltrinelli di via de' Cerretani. Io e Sangueblu abbiamo fatto una chiacchierata,  insieme a Emanuela Canali, che ci ha raccontato come sono nate  l'idea del romanzo e la collaborazione con Patrizia Mezzanzanica.  


Opinione di Blacksophia

Betta Bennet è una donna che alla soglia dei cinquant'anni, complice anche la crisi economica, si ritrova a doversi reinventare. Dopo aver perso il lavoro e con esso rinunciato alla vita agiata e un po’ snob che conduceva, alla sua bella casa diventata ora troppo costosa per le sue finanze, Betta è alla ricerca di un modo per risollevarsi. Senza una vita sentimentale appagante, la sua carriera lavorativa era tutto il suo mondo e ora sente di non avere più niente, sola in una Milano semi deserta per le vacanze estive non trova gli stimoli giusti per andare avanti finché a ridarle entusiasmo e passione arriva una coppia di uomini americani che un’amica affida a lei per il loro soggiorno milanese. Betta instaura con loro un bel rapporto di amicizia e grazie al sostegno morale che le offrono, riesce a portare avanti un progetto che da un po’si era affacciato nelle sua mente. E’ così che dal periodo più brutto della sua vita nasce l’opportunità di trovare la propria strada quando ormai pensava di averla irrimediabilmente persa. Betta ha sempre avuto un talento particolare ad accogliere gli ospiti e organizzare feste e pensa di trasformare questa sua abilità in una professione fornendo un servizio di catering. Per realizzare il suo progetto ha bisogno di una cucina e una base operativa, per questo pensa al ristorante di Tito un suo amico di vecchia data ritrovato da poco. Tito è uno dei personaggi più importanti del romanzo dopo Betta, è un uomo bellissimo e un po’ immaturo che dopo aver passato anni viaggiando per mare come skipper  è tornato a Milano per aprire un ristorante. Dopo aver, senza troppa fatica, convinto Tito a imbarcarsi in questa avventura con lei, iniziano i primi incarichi e i primi successi per Betta e la sua nuova attività: +Dolce.
Il ristorante diventa per lei non solo una base operativa per il lavoro ma anche una sorta di seconda casa, il luogo dove incontrerà persone importanti per la sua vita e il suo futuro. In un certo senso il personale e i clienti del locale diventano una sorta di seconda famiglia per lei, un posto che subirà nel tempo trasformazioni dal punto di vista estetico ma conserverà quell'atmosfera piena di calore e l'aspetto familiare che ne fanno un posto unico. Sullo sfondo del libro ci sono diversi riferimenti al celebre romanzo di Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio, dal cognome di Betta “Bennet”, alla figura dell’avvocato D’Arsi che ricorda non solo per il nome ma anche per il carattere il Darcy del romanzo della Austen. Personaggio quello dell’avvocato che pur apparendo marginale per quasi tutta la durata del libro, alla fine avrà invece un ruolo molto importante nella vita di Betta. Le imprese di Betta e del suo + Dolce vengono descritte in modo appassionato e dettagliato, tanto che si ha quasi l’impressione di partecipare agli eventi che pur essendo molto raffinati ed eleganti hanno anche una forte componente di originalità e personalità che li rende diversi dalle solite feste anonime. Betta riesce con il suo lavoro ad esprimere il gusto e la personalità dei suoi clienti. Insieme all'evoluzione professionale dell’attività di catering il libro descrive anche i rapporti umani che ruotano intorno alla protagonista, dagli amori nati fra i giovani camerieri, alla vita sentimentale sua e di Tito. Molto bella l'amicizia che nasce fra Tito e Jacopo, uno dei giovani camerieri. Entrambi hanno vissuto un rapporto molto complicato con i rispettivi padri, ma mentre Tito non può recuperare il rapporto con suo padre ormai defunto, Jacopo è ancora in tempo a riavvicinarsi al suo. Tito darà un grosso aiuto affinché il rapporto padre figlio venga ristabilito. Altro aspetto per me importante è la visione nuova di Milano che regala il libro. Le autrici descrivono una Milano tutta da scoprire, ricca di luoghi storici belli e purtroppo poco noti che le danno un aspetto diverso dalla città moderna, cosmopolita e caotica che conoscevo. E' stato come se mi venisse svelato un lato nascosto della città,  due realtà che convivono e si sovrappongono. Ho avuto l’impressione che le autrici volessero anche contrapporre una ricchezza colta e raffinata ad una più eccentrica e un po’cafona, quasi ostentata e priva di gusto e classe. Al di là della bella storia di vita che è un inno alla rinascita a qualsiasi età, da questo libro si possono apprendere anche molti suggerimenti su come intrattenere gli ospiti, su come rendere un invito a cena un’occasione speciale e unica senza grandi budget perché quello che conta è la passione “il bello e il buono si fanno con poco e, se ci si mette anche il cuore,viene tutto meglio.”

Non sono necessari grandi budget per fare cose belle e buone.

Bisogna metterci anche il cuore e dar libero sfogo alla fanta-

sia. E osare, combinare, mischiare. Non abbiate paura di

esagerare e tirate fuori quello che siete veramente.

Una tavola deve esprimere la vostra personalità. Non pia-

cerà a tutti? Pazienza. Per lo meno non passerà inosservata.

Ricordatevi che presentare bene il cibo è prendersi cura del-

le persone a cui volete bene e che invitate a condividere con

voi un momento di puro piacere.

Un libro che incoraggia a non arrendersi mai, a trovare se stessi a qualsiasi età, perché non è mai troppo tardi. 

Il mio voto: 3,5 stelline

Dalla chiacchierata con l'autrice......
Fra le cose più interessanti che sono emerse dall'incontro con Emanuela Canali innanzi tutto il fatto che il libro prenda spunto da una storia vera e che in effetti l'idea del romanzo sia nata proprio in un 
ristorante molto simile a quello descritto nel romanzo e frequentato da entrambe le autrici. 
La collaborazione fra le due donne nasce dalla grande sintonia che c'è fra loro che ha reso il lavoro insieme spontaneo e divertente, tanto che il sodalizio continua. A breve avremo il seguito del romanzo che sarà più incentrato sulla vita amorosa di Betta e di Tito.


Le autrici


Dietro lo pseudonimo Camilla Dell'Orto Necchi si celano due autrici, Emanuela Canali e Patrizia Mezzanzanica,  entrambe vivono a Milano. 
Patrizia Mezzanzanica si è sempre divertita ad apparecchiare sogni sulle tavole dei suoi amici, talento del quale è riuscita a fare una professione, mentre Emanuela Canali  lavora nel campo dell'editoria.
Potete visitare la loro pagina di Facebook o scrivere a camilladellortonecchi@gmail.com


Il libro
Editore: Piemme
Genere: New Adult 
Pagine: 336
Prezzo cartaceo: € 18,50
Prezzo ebook: € 9,99
Data pubblicazione: aprile 2017

Sinossi

Bastano pochi giorni per trasformare una vita. Quella di Betta Bennet, da sempre dedita al lavoro di stylist, cambia all'improvviso, quando viene licenziata in tronco dalla rivista di moda per la quale lavora da anni. A ruota anche le altre testate con cui collabora e sulle quali ha sempre contato le danno il benservito e, da improvvida cicala quale è, si trova inaspettatamente sul lastrico. Con il lauto stipendio, se ne vanno l'appartamento in centro a Milano, gli inviti esclusivi, le sfilate, le feste e le indimenticabili vacanze a Formentera. Tutto ciò che Betta si era guadagnata con fatica. Tutto ciò che la rendeva felice. O almeno così pensava.
È un po' per caso e un po' per necessità, quindi, che decide di provare a realizzare un sogno di sempre: una piccola società di catering, che non fornisca solo cibo, ma esaudisca i desideri delle persone. La filosofia di +DOLCE è semplice e lontana da tutto ciò che è business e ostentazione: il bello e il buono si possono fare con poco e, "con il cuore", vengono ancora meglio.
Ad accompagnarla nel viaggio, Tito, un socio ed ex-velista tanto disorganizzato quanto affascinante, una ciurma di camerieri improvvisati e dal cuore gentile, qualche amica generosa e un avvocato ostile e freddo come il ghiaccio (che ricorda, anche nel nome, l'indimenticabile Mr. Darcy).
Tra successi e delusioni, scenografie fantasiose e piatti squisiti, Betta riuscirà a trovare la vera se stessa. Perché, a volte, le seconde possibilità aprono strade nuove e impensate. E regalano attimi di pura dolcezza.


giovedì 14 settembre 2017

Recensione: IL TEMPO DELLE SECONDE POSSIBILITÀ di Patrisha Mar


Dopo avervi parlato de Il Tempo delle Seconde Possibilità nella nostra tappa di ieri del blog tour non poteva tardare ancora la recensione del libro. Patrisha Mar con questo romanzo mi ha decisamente conquistata. Ambientata in una terra bella e suggestiva come l'Irlanda, questa romantica e dolce storia d'amore mi ha appassionata fin dalle prime battute. Scritto con uno stile fluido ed elegante, il libro pur  affrontando argomenti molto profondi lo fa con delicatezza senza  risultare mai pesante. I due protagonisti sono due personaggi belli da scoprire e man mano che la storia va avanti ci si affeziona ad entrambi, tanto che arrivati alla fine è un peccato doverli lasciar andare. 

Opinione di Blacksophia.   
Stefano solari è un uomo di successo bello e determinato con una vita perfetta, una donna di cui è innamoratissimo e un lavoro in cui eccelle, finché qualcosa sconvolge il suo mondo perfetto mandando in pezzi il suo cuore. La bella Alissia, sua compagna da diversi anni, ha fatto qualcosa di terribile che lui non può perdonare, distruggendo il loro rapporto per sempre. Stefano ha deciso di chiudere con l’amore e di tornare alla sua vita da single dedicandosi solo alla sua carriera. Caitlin è una ragazza dolce e sensibile che ha avuto una vita difficile ma che crede nell'amore e nelle seconde possibilità. Caitlin ha accettato ciò che la vita le ha riservato così come accetta le persone con i loro difetti, concentrandosi su ciò che di buono hanno da offrirle.  Per questo riesce ad essere gentile e socievole con tutti, nonostante talvolta la cattiveria delle persone riesca a ferirla. 
Caitlin e Stefano sono molto diversi vivono in modi distanti, lei è la guardiana di un faro in una piccola cittadina dell’Irlanda, lui lavora per un’agenzia pubblicitaria di Milano, un loro incontro era improbabile ma il caso, o il destino, hanno fatto si che si incontrassero, tutto per merito di un libro, Persuasione di Jane Austin.
Quello di Stefano è un percorso difficile, dovrà dare a se stesso il tempo di capire che il rancore e l’odio non gli permetteranno di superare il passato. E’come se qualcosa nella sua vita fosse rimasta in sospeso, il suo rapporto con l’ex fidanzata è finito ma non è risolto, lei gli suscita ancora emozioni e cercare di nasconderle anche a se stesso non è sufficiente ad annullarle. In tutto questo caos di sentimenti nella testa e nel cuore di Stefano, arriva Caitlin che con la sua dolcezza riesce a distarlo dai sui problemi e fargli passare una vacanza inaspettatamente piacevole. Fra i due ragazzi c’è da subito sintonia, la facilità con cui parlano e si avvicinano l’uno all'altra lascia spiazzati entrambi. Sopratutto Stefano resta sorpreso dai sentimenti che gli suscita Caitlin, e nonostante continui volere con la testa una cosa il cuore poi lo trascina tutto da un’altra parte. Per sapere se Stefano riuscirà a riaprire il proprio cuore all'amore e darsi così quella seconda possibilità dovete leggere il romanzo. 
Non posso che consigliarvi questo libro di cui mi è piaciuto tutto, da come l’autrice sia riuscita a trasmettere il suo amore per l’Irlanda, al lavoro perfetto nel descrivere il percorso emotivo dei protagonisti, riuscendo a entrare nella testa e nel cuore dei personaggi. 

Il mio voto: 4 stelline ✨✨✨✨

L'autrice
Patrisha Mar vive ad Ancona con il marito e la figlia. Le sue grandi passioni sono da sempre la scrittura e la lettura. Non esce di casa senza un libro nella borsa. Adora la pizza, la cioccolata fondente, Superman, i period drama e le commedie romantiche americane. La Newton Compton ha pubblicato La mia eccezione sei tu, Ti ho incontrato quasi per caso e Apri i tuoi occhi.

Il libro
Editore: Newton Compton
Genere: New Adult
Pagine: 213
Prezzo ebook: € 0,99  
Data pubblicazione: 26 agosto 2016

Sinossi
Stefano Solari è un pubblicitario dalla promettente carriera, ma è anche un uomo che ha perso se stesso e che ha un disperato bisogno di rimettersi in gioco e dimenticare. Complici un viaggio di lavoro, un romanzo di Jane Austen e la magica Irlanda, Stefano incontra Caitlin Murphy, la giovane guardiana di un faro, che, nonostante le difficoltà della vita, ha imparato a credere nel destino e nelle seconde possibilità. Fra loro nasce una tenera amicizia, e dopo qualche mese lei viene invitata a Milano, ma proprio quando i due cominciano ad avvicinarsi, il passato di Stefano torna con prepotenza a bussare alla porta, scombinando ancora una volta i suoi piani.
In un’altalena di emozioni, rimpianti, dolore e speranza, Stefano e Caitlin vi accompagneranno in un indimenticabile viaggio alla ricerca del vero amore e della felicità, perché tutti hanno diritto a una seconda possibilità.